Fisioterapia Veterinaria

Fisioterapia cani e gatti

riabilitazione cani medicina sportiva cmv

La fisioterapia veterinaria è una branca della medicina che si occupa della riabilitazione motoria del paziente.

Quando rivolgersi al Fisioterapista?

È fondamentale in caso di patologia ortopedica:

  • Displasia dell’anca
  • Displasia del gomito
  • Rotture del legamento crociato
  • Fratture
  • Patologie tendinee e muscolari

Trattamento dei pazienti anziani:

  • Artropatia degenerativa (artrosi)
  • Patologie degenerative del sistema nervoso

Nelle patologie neurologiche:

  • Paralisi e paresi conseguenti a ernie del disco
  • Mielopatia degenerativa
  • Infarto spinale

In malattie infettive come nella:

  • gestione dei pazienti con Tetano
  • Toxoplasmosi e Neospora

Anche nei gatti la riabilitazione fisiatrica può rivestire un ruolo di grande importanza nella gestione di alcune patologie.
La Clinica CMV, come clinica Cat Friendly, si occupa di fisioterapia nei gatti con problemi di:

  • artrosi
  • spondilosi
  • gestione post operatoria di fratture
  • avulsione del plesso brachiale
  • osteocondrodisplasia tipica dello Scottish Fold

La fisioterapia riveste un ruolo molto rilevante nella Medicina Sportiva, per migliorare le prestazioni atletiche, preparare il soggetto per le performances sportive e prevenire i traumi.

La riabilitazione motoria è di fondamentale importanza nei pazienti obesi con dolori articolari che, insieme ad un regime alimentare calibrato, necessitano di fare movimento controllato al fine di evitare eccessivo sovraccarico articolare.

Il reparto di Fisioterapia CMV

Il nostro reparto di fisioterapia veterinaria è organizzato con una palestra dove si svolgono diverse tecniche riabilitative:

Massoterapia

La Massoterapia nella medicina riabilitativa comprende diverse tecniche di massaggio terapeutico la cui applicazione ed effetti benefici equivalgono a quelli utilizzati in ambito umano.

I protocolli fisioterapici prevedono, come primo approccio proprio il massaggio: infatti, oltre alle proprietà sottoelencate, iniziare con questa modalità la seduta ci permette di entrare in confidenza col paziente.

Gli effetti terapeutici dimostrati sono:

  • Miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica

    miglioramento dell’ossigenazione ed eliminazione dell’acido lattico

  • Aumento del trasporto di ossigeno

    con conseguente eliminazione di cataboliti (ac. lattico)

  • Rilascio di endorfine:

    sostanze prodotte dall’organismo con proprietà rilassanti e antidolorifiche

  • Aumento del tono muscolare

    in caso di flaccidità o atonia

  • Miglioramento della propriocezione
  • Aumento della temperatura tissutale e della elasticità
  • Gestione e riduzione delle aderenze tissutali cicatriziali / post-chirurgiche

Vantaggi della massoterapia

Il massaggio viene consigliato nel paziente ortopedico in seguito a trauma o intervento chirurgico.

Nel paziente neurologico il massaggio serve a stimolare recettori cutanei che inviano informazioni nervose lungo un asse che arriva fino al cervello e grazie al quale il nostro animale mantiene una appropriata postura, equilibrio e reagisce agli stimoli esterni.

In condizioni di deficit neurologici questa attività è di fondamentale importanza. In pazienti con edemi il massaggio linfodrenante migliora gonfiori periferici (edema degli arti, della faccia).

Nei pazienti geriatrici, affetti da artrosi o patologie articolari croniche è utile per evitare anchilosi articolare.

Inoltre, i pazienti che in tarda età tendono a diventare sedentari vengono stimolati alla mobilità articolare.

Nei pazienti sportivi il massaggio è utilizzato per preparare la muscolatura all’allenamento. Nella fase di defaticamento dopo esercizio, accelera il recupero funzionale.

Le tecniche utilizzate sono diverse a seconda che si voglia rilassare la parte (con movimenti che “impastano” i tessuti molli) o riattivarla (pizzicando i tessuti). La massoterapia trova larga applicazione anche nei trattamenti fisiatrici del gatto.

I vantaggi sono diversi, fra i quali:

  • miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica
  • liberazione di endorfine
  • eliminazione di cataboliti
  • aumento di elasticità

in particolare nella gestione post operatoria della fratture.