PRONTO SOCCORSO - 24 ore su 24
Chiama
0332 820002

Consigli su Come Tagliare le unghie al Gatto

Perchè tagliare le unghie al gatto. Le unghie del gatto sono spesso un vero e proprio grattacapo per le persone che vogliono preservare intatto l’arredamento di casa.

I gatti per istinto tendono a graffiare mobili, poltrone e divani per affilarsi le unghie ma in questo modo marcano anche il territorio.
Il gatto anziano non riesce più ad affilarsi le unghie e queste tendono ad incarnarsi nei polpastrelli creando infezioni e dolore, in questi casi si deve ricorrere alle cure del Veterinario.
 

Consigli utili

Qualche avvertenza:

  • Non tagliare le unghie quando vuoi: aspetta il momento giusto
  • Devi scegliere un momento in cui il gatto è tranquillo e rilassato, ad esempio: quando si è appena svegliato o si sta preparando per un pisolino e si trova comodamente sdraiato sulla sua superficie preferita.
  • Un altro momento buono è dopo il  pasto, quando ha una sensazione di sonnolenza ed è soddisfatto.

Non cercare di tagliare le unghie dopo che ha giocato, quando è affamato, quando è irrequieto  o se ha uno stato d'animo tendenzialmente aggressivo. 

 

Quali forbici utilizzare per tagliare le unghie al gatto?

Per prima cosa bisogna procurarsi un taglia unghie adatto, con i margini di taglio arrotondati e non piatti in modo che le unghie vengano compresse il meno possibile quindi si deve tenere il gatto ben fermo.
Questa operazione non è molto semplice perché il gatto tenderà a dimenarsi.

Se pensi quindi di tagliare le unghie da solo dovrai tenere il gatto in grembo in modo che il suo posteriore sia appoggiato su di te. 

Ecco cosa fare per tagliare le unghi da solo:

  • Il micio deve guardare in avanti e tu devi tenergli la zampa con una mano. 
  • Prendi il polpastrello e premilo leggermente finché tutta l’unghia non sarà scoperta 
  • Assicurati di sapere dov’è il punto vivo prima di iniziare a tagliare l’unghia; dovresti riconoscerlo perché è simile a un piccolo triangolo rosa all'interno dell’unghia.
  • Le prime volte dovresti limitarti a tagliare solo la punta delle unghie e poi, man mano che prendi confidenza con l’operazione, puoi iniziare a tagliare più vicino ai vasi sanguigni; in ogni caso non tagliare mai lungo il tratto rosa, perché potresti ferire il gatto e far sanguinare l’unghia.

Non è un’operazione dolorosa ma il gatto  può essere infastidito dalla pressione esercitata sull’unghia dal tagliaunghie.

Non dimenticarti lo sperone del primo dito! 

Al termine, dagli un  premio...
Se il gatto è stato collaborativo nel lasciarsi tagliare le unghie dovrebbe essere ricompensato con un premio, in questo modo riuscirà ad associare il taglio delle unghie con evento positivo e accetterà più volentieri in futuro di farsi tagliare le unghie.

Controlla le unghie regolarmente...
Anche se il tuo micio è in grado di affilarsi gli artigli e di mantenerli in perfetta forma da solo, tu controllale comunque, potrebbero esserci delle un’unghia rotte che devono essere regolate.

Se il gatto è  anziano devi controllare le unghie ogni settimana  
È molto più facile "aggiustare" le unghie tempestivamente anziché aspettare che diventino troppo lunghe! 
Le unghie troppo lunghe, come detto,  possono conficcarsi nei polpastrelli creando infezione...

Se avete qualche dubbio rivolgetevi sempre al vostro veterinario di fiducia, o inviaci un email.

Clinica Veterinaria CMV